Violentata davanti centro profughi: «Mi pestava e urlava frasi oscene»

Seguici su Facebook!

Seguici su Twitter!

«Voleva violentarmi, mi pestava e urlava frasi oscene». Si sfoga così con le amiche la 40enne padovana di Bagnoli che venerdì sera è stata aggredita da un immigrato davanti al centro che ospita circa 800 sedicenti profughi. Alla donna, che vive con i genitori, l’aggressione è costata, oltre allo choc, una costola rotta ed ematomi su tutto il corpo. La madre della vittima commenta: «Ce la siamo vista brutta, ma questa volta è andata bene». Questa volta.

«Stava facendo il suo solito giro – racconta un’amica – quando è stata presa e gettata a terra. Ha lottato con tutta se stessa per sfuggire, per fortuna è alta un metro e 80 e forte perché, fosse capitato a me che sono piccolina, le intenzioni di quel violento sarebbero andate a segno».

VERIFICA LA NOTIZIAVERIFICA LA NOTIZIAE mentre la picchiava, sbattendole ripetutamente la testa a terra e prendendola a schiaffi, l’uomo la terrorizzava «dicendole oscenità» ha concluso l’amica. La 40enne padovana si è difesa con tutte le sue forze: «Ci ha detto che in ospedale si è accorta che aveva le mani sporche di sangue e sotto le unghie aveva i brandelli della pelle scura dell’aggressore».

Commenti a caldo

comments

Condivi la notizia con i nostri bottoni social

Seguici su Facebook!

Ti serve un nuovo hosting hosting? Solo 1.99€/mese e dominio gratuito!

La tua prima VPS? 1 CPU, 1G Ram e 100Hb disk SSD con traffico illimitato? Solo 8.33€/mese!

Seguici su Twitter!