Sindaco tassa i profughi: dovranno pagare la tassa di soggiorno

Seguici su Facebook!

Seguici su Twitter!

Matteo Camiciottoli, sindaco leghista di Pontinvrea (Savona) ha emanato un decreto sindacale che di fatto trasforma le abitazioni affittate dalle cooperative per ospitare i fancazzisti africani camuffati da profughi, in attività ricettive commerciali. Come in realtà sono.

Gli alloggi saranno così soggetti per quanto riguarda Imu e Tari alla stessa tassazione delle strutture ricettive commerciali e le persone ospitate dovranno pagare la tassa di soggiorno di 2,50 euro al giorno.

VERIFICA LA NOTIZIAVERIFICA LA NOTIZIA“Il business sull’accoglienza sta dilagando – ha detto Camiciottoli – e l’utilizzo degli alloggi ne modifica la destinazione d’uso da residenza privata a attività imprenditoriale. Per questo è doveroso assoggettarli a tassazione”. Il decreto prevede inoltre che la responsabilità di eventuali reati compiuti dagli ospiti ricada anche sui responsabili dell’accoglienza e sui proprietari degli immobili: la giunta si costituirà in sede legale “contro chi ha la custodia degli occupanti delle strutture per qualsiasi atto illegale gli stessi dovessero perpetrare”.

Tutti i sindaci contrari al business dei profughi seguano l’esempio. O tacciano per sempre.

Commenti a caldo

comments

Condivi la notizia con i nostri bottoni social

Seguici su Facebook!

Ti serve un nuovo hosting hosting? Solo 1.99€/mese e dominio gratuito!

La tua prima VPS? 1 CPU, 1G Ram e 100Hb disk SSD con traffico illimitato? Solo 8.33€/mese!

Seguici su Twitter!