PROFUGO DISTRUGGE AUTO IN SOSTA: “STIPENDIO BASSO”

Seguici su Facebook!

Seguici su Twitter!

Armato di una spranga, ha sfogato la propria rabbia prima contro un ufficio e quindi contro quattro auto. Un 29enne maliano, richiedente asilo domiciliato in un centro accoglienza del cervese, è stato arrestato in flagranza di reato dai Carabinieri di Cervia per danneggiamento aggravato e violenza a pubblico ufficiale. L’episodio si è consumato lunedì sera. Il giovane, richiesta l’indebita corresponsione di 50 euro come “pocket money”, dopo il diniego da parte del responsabile della cooperativa, che su incarico del Comune di Cervia gestisce i servizi di accoglienza richiedenti asilo politico, si è armato di spranga. Quindi ha distrutto prima l’ufficio, per poi danneggiare quattro vetture nei pressi del centro.

“Si rimane stupiti davanti all’assuefazione che ancora provocano certi episodi di illegalità e violenza verificatesi in concomitanza della presenza di aspiranti profughi nelle strutture dedicate alla loro accoglienza. Apprendiamo infatti con sgomento che un richiedente asilo di vecchia data, di stanza a Cervia presso la colonia Mater Gratie, ha devastato nei giorni scorsi macchine e uffici per 6mila euro di danni”. Sono queste le parole del segretario nazionale della Lega Nord Romagna, Jacopo Morrone, e del responsabile cervese Simone Donati sui fatti di cronaca verificatisi lunedì sera nei pressi di una struttura ricettiva che accoglie profughi a Tagliata.

“Un fatto gravissimo di fronte al quale, secondo la stampa, certe “istituzioni” minimizzano perché si tratterebbe di un “fatto circoscritto” sebbene non il primo. Ci ricordiamo infatti di altri aspiranti profughi appena arrivati nella stessa località romagnola e subito dedicatisi alla detenzione e allo spaccio di droga. Noi a questo clima di assuefazione non ci stiamo e non intendiamo minimizzare – tuonano i due leghisti -. Siamo certi che la situazione, anche in vista dell’approssimarsi della stagione estiva e dell’arrivo di migliaia di turisti, stia per esplodere. Chi se ne assumerà la responsabilità e chi pagherà i 6mila euro di danni?”

VERIFICA LA NOTIZIAVERIFICA LA NOTIZIA“Dopo questo grave episodio – sollecita Donati – lo straniero deve essere espulso immediatamente, prima che si renda irreperibile e prima della sua “fuoriuscita dal programma di accoglienza” che auspichiamo quindi sia immediata.” Un’ultima riflessione sull’emergenza sbarchi è del segretario Morrone che ricorda come secondo recentissime dichiarazioni del direttore di Frontex “in Italia è irregolare l’80 per cento dei migranti che quindi non fuggono da nessuna guerra e sono di fatto immigrati economici. Gente che quindi è da espellere e che non ha il diritto di restare in Italia. Mi chiedo quindi chi o cosa impedisca al Governo Renzi prima e Gentiloni poi di mettere in atto le nuove disposizioni europee in materia di immigrazione e di rimpatri coatti. Non saranno forse le cooperative e i centri di potere che lucrano sulla tratta di questi nuovi schiavi e sulla loro ospitalità in Italia?! Su questo tema, forse, bisognerebbe indagare in maniera più approfondita”.

Commenti a caldo

comments

Condivi la notizia con i nostri bottoni social

Seguici su Facebook!

Ti serve un nuovo hosting hosting? Solo 1.99€/mese e dominio gratuito!

La tua prima VPS? 1 CPU, 1G Ram e 100Hb disk SSD con traffico illimitato? Solo 8.33€/mese!

Seguici su Twitter!