Parte la raccolta firme per il ritiro dei vaccini contaminati, ecco il testo riassuntivo

Seguici su Facebook!

Seguici su Twitter!

0

Condivisioni Totali


Riportiamo il testo riguardante la class action denominata “vaccini puliti” creata a seguito della diffusione di varie analisi a livello europeo e mondiale riguardanti la contaminazione presente nei vaccini attualmente disponibili in commercio. Chiediamo quindi il vostro supporto in modo da poter proseguire nella raccolta firme che vede già 800 persone interessate a questo argomento.

Il modulo per poter aderire è visibile sul sito http://www.vaccinipuliti.it

A seguito della pubblicazione avvenuta il 23 gennaio 2017, sull’autorevole rivista medica online Medcrave, della ricerca finale, durata oltre 15 anni, sulla qualità dei vaccini è emerso un grave problema di contaminazione degli stessi.

Ricerca: http://medcraveonline.com/IJVV/IJVV-04-00072.pdf

Si ravvisa inoltre l’omissione nel foglietto illustrativo di certe componenti definite genericamente adiuvanti.

Questo è lo studio tedesco pubblicato recentemente che denota la presenza di uranio ed altri metalli pesanti difficilmente collocabili in un contesto medico:

analisi tedesca per singolo vaccino: http://www.agbug.de/download/Impfstoffuntersuchung01.pdf
analisi tedesca schermata comparativa: http://agbug.de/download/impfstoff02.pdf

Questo è il documento prodotto dal cdc americano che è possibile consultare sul sito ufficiale:
https://www.cdc.gov/vaccines/pubs/pinkbook/downloads/appendices/B/excipient-table-2.pdf
In questo documento è possibile osservare la presenza di numerosi contaminati che sul foglietto illustrativo non compaiono, da notare anche la presenza di cellule renali di scimmia…

La ricerca italiana è stata condotta dai Dottori Stefano Montanari e Antonietta Gatti, grazie al loro microscopio elettronico. Hanno analizzato 44 campioni di 30 vaccini. Ne hanno fotografato il contenuto, lo hanno raccolto, misurato e divulgato. È risultato pulito solo il feligen un vaccino per gatti.

Quello che è stato rinvenuto si può riassumere in questo modo:

Si tratta di nanoparticelle di varie dimensioni (da 100 nanometri a oltre 10 micron) non biocompatibili e non biodegradabili. Sono biopersistenti, vuol dire che restano per sempre nel corpo”.

E’ allarmante il fatto che questi vaccini vengano somministrati e regolarmente producano danni che non è il produttore del vaccino a pagare ma lo stato italiano vedi pagina 109, riguardante i dati ufficiali della camera dove si evince che sono 620 risarciti per danno pagina 109: http://documenti.camera.it/leg17/resoconti/commissioni/bollettini/pdf/2015/12/15/leg.17.bol0562.data20151215.pdf

Tali ricerche vanno a collocarsi all’interno di una serie di studi a livello mondiale che denotano una consapevole e diffusa certezza di pericolosità dei prodotti vaccinali.

Ho raggruppato 1000 studi a riguardo:
http://www.webalice.it/mymmouth/Doc/Vaccini/1000studisuidannidavaccino.pdf

Questi dati, di per se estremamente gravi, sono stati più volte comunicati da diverse entità, sia al ministero della salute, che al consiglio superiore della sanità.

Il ministero però non ha reagito chiedendo la sospensione precauzionale delle somministrazioni, ma ha emanato un comunicato in cui si chiedeva di insabbiare tale studio in occasione della presentazione al parlamento europeo tenutasi il 9 febbraio 2017.

Questa è la comunicazione che il ministero ha inviato per impedire la divulgazione della ricerca:


Chiediamo quindi che i Nas intervengano prontamente e sequestrino tutto il materiale potenzialmente inquinato ed effettuino nuovamente controlli qualitativi, prevenendo così ulteriori spese per rimborsi che graverebbero sulle casse dello stato italiano.

Gruppo Facebook di riferimento: https://www.facebook.com/groups/156506994850085/

Video appello di uno dei due ricercatori:

0

Condivisioni Totali

Lascia il tuo commento:

commenti

Commenti a caldo

comments

Condivi la notizia con i nostri bottoni social

Seguici su Facebook!

Ti serve un nuovo hosting hosting? Solo 1.99€/mese e dominio gratuito!

La tua prima VPS? 1 CPU, 1G Ram e 100Hb disk SSD con traffico illimitato? Solo 8.33€/mese!

Seguici su Twitter!