Nessuno sa che questi 19 oggetti, che usiamo tutti ogni giorno, hanno una SCADENZA

Seguici su Facebook!

Seguici su Twitter!

0

Condivisioni Totali


Quando si parla di date di scadenza, si pensa subito a prodotti alimentari, come latticini, ma anche affettati, carne, pesce e quant’altro. Ma dovete sapere che, oltre al cibo, molti altri oggetti che vi circondano scadono, e non si tratta solo di cosmetici o farmaci!

Oggi vogliamo porre alla vostra attenzione 19 oggetti che, siamo sicuri, non avreste mai detto potessero scadere! E allora non vi rimane che dare un’occhiata… e fare attenzione che i vostri non siano già scaduti!

Nella camera da letto:

  • Cuscini (2-3 anni): dopo un bel po’ di tempo, indipendentemente dal materiale di cui sono fatti, nei cuscini si iniziano ad annidare microscopici batteri, oltre a causare dolore al collo per l’inevitabile perdita di forma;
  • Ciabatte (6 mesi): le ciabatte sono l’ambiente perfetto per permettere alle infezioni da funghi di manifestarsi quindi, se si utilizza lo stesso paio di ciabatte per più mesi, si consiglia di lavarle spesso per evitare che… scadano!

Nel bagno:

  • Spugne (2 settimane) e Spugne da doccia (6 mesi): oltre ad essere ambienti ideali per la formazione di funghi, le spugne umide possono generare muffa. E allora, se non le volete sostituire con delle nuove, provvedete ad immergerle nell’acqua bollente, così facendo ucciderete ogni tipo di batterio annidato.
  • Asciugamani (1-3 anni): anche gli asciugamani umidi sono il regno perfetto per far prolificare batteri di ogni sorta ed in questo caso lavarli costantemente non risolve, purtroppo, il problema…
  • Spazzolino da denti (3 mesi): spesso si decide di sostituire uno spazzolino da denti con uno nuovo solo quando le setole sono usurate completamente, ma in realtà bisognerebbe cambiarlo ogni volta che si ha un raffreddore o influenza, altrimenti si rischia di essere ri-contagiati dai propri microbi!
  • Acqua ossigenata (2 mesi): dopo aver aperto la bottiglietta, ricordate che il perossido di idrogeno si tramuta in semplice acqua in soli 2 mesi, non dimenticatevelo!

Prima di uscire:

  • Spazzole (1 anno): le spazzole dovrebbero essere pulite almeno una volta a settimana e sostituite ogni anno e se le setole sono formate da materiale naturale, vanno cambiate ogni 7-10 mesi;
  • Profumi (1-3 anni): quando conservati bene i profumi contenenti oli essenziali durano fino a 3 anni, ma oltre quella data non andrebbero utilizzati.

Per i più piccini:

  • Ciucci (2-5 settimane): i ciucci in lattice devono essere sostituiti in base al loro utilizzo e a come appaiono. Il lattice tende ad usurarsi facilmente e, in caso di crepe nei ciucci, si possono insediare germi senza che uno se ne renda conto;
  • Seggiolini per automobili (6-10 anni): col passare degli anni il seggiolino perde la forma originale e quindi rischia di non proteggere adeguatamente il bambino in caso di incidente.

Nell’armadio:

  • Reggiseno (1-2 anni): appena il reggiseno perde la sua forma, la sua elasticità oppure, a furia di lavarlo, diventa troppo grande o troppo piccolo, si può tranquillamente buttarlo via!
  • Scarpe da corsa (1 anno): se uno utilizza un paio di scarpe da corsa abitualmente, dopo un anno andrebbero cambiate in quanto perdono elasticità per quanto riguarda la suola interna e la struttura volta a sostenere il piede, finendo per causare problemi alle articolazioni.

Nella cucina:

  • Spezie (1-3 anni): le spezie, anche se conservate bene, in luoghi non umidi e chiuse in appositi barattoli, perdono la loro fragranza ed il loro gusto col passare del tempo;
  • Farina (6-12 mesi): generalmente, ma dipende dal tipo di farina, essa può essere utilizzata fino ad 1 anno, dopodiché sarebbe meglio disfarsene.

Nel ripostiglio:

  • Estintore (15 anni): se si nota un qualche segno di manomissione bisogna assolutamente buttare via il vecchio estintore che, se tenuto correttamente, può durare fino a 15 anni;
  • Prese a ciabatta (1-2 anni): ogni presa ha una propria capacità quindi bisogna far attenzione a non superarla, altrimenti si rischia di renderla inutilizzabile;
  • Disinfettanti (3 mesi): dopo soli 3 mesi i disinfettanti iniziano a perdere le loro proprietà, risultando inutili dopo tale periodo;
  • Repellenti per insetti (2 anni): come per i disinfettanti, anche i repellenti non dovrebbero essere usati dopo 2 anni altrimenti il loro utilizzo diventa inefficace!

0

Condivisioni Totali


Loading…

Lascia il tuo commento:

commenti

Commenti a caldo

comments

Condivi la notizia con i nostri bottoni social

Seguici su Facebook!

Ti serve un nuovo hosting hosting? Solo 1.99€/mese e dominio gratuito!

La tua prima VPS? 1 CPU, 1G Ram e 100Hb disk SSD con traffico illimitato? Solo 8.33€/mese!

Seguici su Twitter!