L’ACCUSA: “RENZI HA VENDUTO ITALIA: SBARCHI IN CAMBIO DI SOLDI”

Seguici su Facebook!

Seguici su Twitter!

Il governo di Matteo Renzi si è venduto l’Italia. A sostenerlo è il senatore Mario Mauro, ex ministro della Difesa con Enrico Letta premier ora di nuovo in Forza Italia. Intervistato dal Giornalericorda come sia stato proprio Renzi, e il suo ministro degli Interni (oggi agli Esteri) Angelino Alfano, a sottoscrivere con gli altri partner dell’Unione europea un accordo “che ci garantisse maggiore flessibilità sui conti pubblici in cambio di una accoglienza unilaterale dei migranti”.

Ovvero più soldi da spendere per comprare voti con mance elettorali a patto che tutti i clandestini venissero scaricati in Italia.

L’accusa di Mauro conferma quanto rivelato da Emma Bonino, anche lei ex ministro.

“Sia Frontex Plus, sia Triton – spiega Mauro – sono accordi caratterizzati dall’impegno di una parte dei paesi europei a offrire assetti per il salvataggio in mare senza farsi carico dei migranti. Quella svolta è arrivata con i trattati siglati dal governo Renzi. Fino alla firma di Triton un migrante recuperato da una nave inglese risultava di fatto in territorio inglese. Con il governo Renzi si è accettato che tutti quelli recuperati dalle missioni di europee arrivassero sul suolo italiano”.

Bonino conferma: “E’ stato il PD a volere tutti gli sbarchi in Italia

“I migranti non vengono mai portati né a Malta, né a Tunisi. Eppure molti recuperi avvengano più vicino a Malta che all’Italia, mentre la Tunisia non è affatto un paese insicuro per i richiedenti asilo. Se tutte le Ong, tutte le navi mercantili e tutte le navi militari stranieri sbarcano migranti solo in Italia evidentemente esistono precisi ordini. E questi ordini sono figli della sottoscrizione da parte del governo Renzi delle regole d’ ingaggio previste da Frontex Plus e Triton”.

VERIFICA LA NOTIZIASono tre, secondo Mauro, gli errori capitali di Renzi-Alfano che hanno condannato l’Italia a quello che sta succedendo in questi mesi (e al peggio che arriverà). Il primo: “Aver affidato la sicurezza e la tutela dei confini a Frontex plus e a Triton accettando di fatto una cessione della sovranità nei confronti dell’Europa”. Il secondo: aver acconsentito all’accordo con cui l’Ue concede 6 miliardi di euro alla Turchia in cambio della chiusura della “rotta balcanica” dei migranti.

Documento incastra Governo, firmarono accordo per sbarcare tutti in Italia

“Renzi avrebbe dovuto approfittarne per chiedere di negoziare un accordo contemporaneo e parallelo con Tunisia e l’Egitto per l’apertura nei due paesi di centri di identificazione e campi di raccolta che rendessero più facile la distinzione tra richiedenti asilo e migranti economici”. Non l’ha fatto, e così l’unico risultato è aver concentrato il traffico di migranti solo nel Mediterraneo. Il terzo errore è il non prendere in considerazione “atti di pressione militare” nei paesi nordafricani, che potrebbero venir considerati indebiti “ma sono pienamente legittimati dalla situazione di guerra civile strisciante che mette a rischio non solo l’Italia, ma l’intera Europa”.

C’è, poi, la ‘piccola’ questione del petrolio:

PATTO SCELLERATO CON MALTA, PETROLIO IN CAMBIO CLANDESTINI: M5S PRESENTA INTERROGAZIONE

Commenti a caldo

comments

Condivi la notizia con i nostri bottoni social

Seguici su Facebook!

Ti serve un nuovo hosting hosting? Solo 1.99€/mese e dominio gratuito!

La tua prima VPS? 1 CPU, 1G Ram e 100Hb disk SSD con traffico illimitato? Solo 8.33€/mese!

Seguici su Twitter!