Erdogan: il problema è che in Germania ci sono truppi Turchi

Seguici su Facebook!

Seguici su Twitter!

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, accusa la Germania di “praticare il nazismo”, per aver proibito ai dirigenti turchi in visita di tenere comizi presso le comunità turche in territorio tedesco sul referendum con cui Ankara intende cambiare la propria costituzione in senso presidenzialista. Le autorità locali tedesche hanno infatti detto no alla richiesta dei ministri delle finanze e della giustizia turchi di tenere comizio e la Turchia ha annullati i previsti incontri.

VERIFICA LA NOTIZIAVERIFICA LA NOTIZIA“In Germania – ha detto Erdogan parlando a Istanbul – non permettono ai nostri amici di parlare. Lasciateglielo fare.
Pensate forse che impedendo loro di parlare i voti in Germania saranno per il no (nel referendum costituzionale) invece che per il sì?”. “Germania – ha quindi detto il presidente turco – tu non hai niente a che fare con la democrazia. Queste vostre pratiche odierne non sono affatto differenti da quelle del Nazismo del passato”.

Al di là del fatto in sé, che poco ci interessa, ci interessa invece notare cosa significhi importare un numero considerevole di immigrati. Soprattutto di una sola etnia. Importi le loro faide e incisti un tumore nel tessuto sociale.

Perché la realtà è solo una: quando ospiti milioni di cittadini di un Paese straniero, non hai più libertà di manovra né in politica estera, né in quella interna, perché sono un’arma di ricatto, soprattutto, come nel caso dei turchi in Germania, quando hanno un forte senso di appartenenza etnica e religiosa totalmente estranea a quella dei padroni di casa.

Commenti a caldo

comments

Condivi la notizia con i nostri bottoni social

Seguici su Facebook!

Ti serve un nuovo hosting hosting? Solo 1.99€/mese e dominio gratuito!

La tua prima VPS? 1 CPU, 1G Ram e 100Hb disk SSD con traffico illimitato? Solo 8.33€/mese!

Seguici su Twitter!