Elezioni politiche: si voterà il 4 marzo e se non vince M5S ci aspetteranno altri 5 anni di Gentiloni

Seguici su Facebook!

Seguici su Twitter!

Elezioni politiche: sempre più probabile che si voti il 4 marzo, ma Gentiloni non si dimetterà e resterà in carica finché non si formerà un nuovo governo. La road map verso le elezioni politiche 2018 ormai sembrerebbe essere delineata. La data infatti ormai sulla bocca di tutti è quella del 4 marzo o, al più tardi, una settimana dopo con l’attuale legislatura che così si andrebbe a concludere con un paio di mesi di anticipo. La particolarità però è che formalmente Paolo Gentiloni non rassegnerà le proprie dimissioni: il Presidente Sergio Mattarella scioglierà le Camere ma il premier rimarrà in carica fino a che non si formerà un nuovo governo. Il rischio di un pareggio elettorale infatti alle prossime elezioni politiche è molto alto. Elezioni politiche: si vota il 4 marzo? La scadenza naturale dell’attuale legislatura è quella del 15 marzo 2018. Se quindi si dovessero rispettare i tempi si tornerebbe al voto entro massimo 70 giorni, ovvero al più tardi domenica 20 maggio. Tra tutti i partiti politici però, tranne Forza Italia che spera sempre di poter candidare Silvio Berlusconi, c’è la volontà di andare alle urne il prima possibile. Una scelta questa che vedrebbe d’accordo anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che avrebbe già trovato il modo per gestire il tutto. […]

Commenti a caldo

comments

Condivi la notizia con i nostri bottoni social

Seguici su Facebook!

Ti serve un nuovo hosting hosting? Solo 1.99€/mese e dominio gratuito!

La tua prima VPS? 1 CPU, 1G Ram e 100Hb disk SSD con traffico illimitato? Solo 8.33€/mese!

Seguici su Twitter!