POST

LONDRA VIOLENTA, DUE SPARATORIE NELLA NOTTE: MORTA UNA RAGAZZA, GRAVE UN 16ENNE

Notte violenta a Londra. Nel giro di un’ora sono avvenute due sparatorie che hanno lasciato una scia di sangue: una ragazza di 17 anni è morta colpita da un proiettile alla testa e un 16enne è rimasto gravemente ferito. Quando è arrivata a Tottenham, quartiere della prima sparatoria, la polizia ha trovato l’adolescente agonizzante. Il ragazzo, Read more

POST

LONDRA VIOLENTA? SI PIÙ OMICIDI CHE A NEW YORK; È LA PRIMA VOLTA

Per la prima volta nella storia Londra diventa una città più violenta di New York. Dall’inizio dell’anno sono già trenta gli omicidi compiuti nella capitale britannica, l’ultimo due giorni fa. Numeri che fanno paura se si considera che a febbraio a Londra sono state uccise 15 persone, contro le 14 di New York. Soltanto nella Read more

POST

Londra supera Ny nel numero di morti, prima volta nella storia

Febbraio è stato il primo mese in cui Londra ha registrato più omicidi rispetto alla città degli Stati Uniti, con un totale di quindici omicidi. Delle quindici vittime, nove avevano trent’anni o meno. E a marzo, ci sono già stati ventidue omicidi a Londra, che dovrebbero superare le statistiche di New York. Le motivazioni dipendono Read more

POST

SKRIPAL, IL COMMENTO AMARO DI MOSCA SULLA DECISIONE DELL’ITALIA: “PURE VOI INGANNATI DALLA MAY”

“L’Italia purtroppo è tra i Paesi che si sono fatti ingannare” nel caso Skripal. Lo ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova, nel suo briefing con la stampa. Zakharova ha poi paragonato ancora una volta le accuse mosse da Londra alla Russia per l’avvelenamento dell’ex spia Skripal a quelle rivolte all’Iraq sotto Saddam Read more

POST

TOH, LONDRA È SEMPRE MENO BRITISH E SI ARRENDE ALL’ISLAMIZZAZIONE

«Trasformerò la capitale in un faro dell’islam», fu il motto elettorale del socialista Ken Livingstone nel 2012. Forse non è stato completamente merito suo, ma si può dire tranquillamente che a oggi l’obiettivo è stato raggiunto con successo. La Gran Bretagna ha la terza maggior popolazione musulmana nell’Unione europea, dopo Francia e Germania. I musulmani hanno Read more

POST

TOH, LONDRA COSTRUISCE CARCERI IN NIGERIA E IMPRIGIONA GLI STRANIERI A CASA LORO.. (Trova le differenze)

Il governo inglese costruirà un’ala di una prigione a Lagos per spedire in patria i criminali nigeriani ospiti delle carceri di Sua maestà. E lo farà con i fondi per contrastare l’immigrazione illegale. In Italia è praticamente impossibile rimandare a casa gli stranieri dietro le sbarre, che sono un detenuto su tre. Nigeriani, marocchini, tunisini, Read more

POST

TOH, LONDRA COSTRUISCE CARCERI IN NIGERIA E IMPRIGIONA GLI STRANIERI A CASA LORO.. (Trova le differenze)

Il governo inglese costruirà un’ala di una prigione a Lagos per spedire in patria i criminali nigeriani ospiti delle carceri di Sua maestà. E lo farà con i fondi per contrastare l’immigrazione illegale. In Italia è praticamente impossibile rimandare a casa gli stranieri dietro le sbarre, che sono un detenuto su tre. Nigeriani, marocchini, tunisini, Read more

POST

LA PAURA DI BRUXELLES DOPO LA BREXIT: “LONDRA VUOLE DIVENTARE PARADISO FISCALE”

«Temiamo che la Gran Bretagna tenterà di diventare un paradiso fiscale sotto il naso dell’Europa», dice l’europarlamentare della Cdu (gruppo Ppe), Burkhard Balz. Dopo aver presentato la bozza di intesa, che la premier Theresa May ha definito «inaccettabile», cresce la preoccupazione in Europa per le sorti delle trattative tra Unione europea e Regno Unito. «Passeremo Read more

POST

Londra, il terrorista dell’acido ha 17 anni – FOTO

In Inghilterra hanno lo ius soli, per questo, ci dicono, i figli di immigrati che vivono lì sono integrati. Un esempio è il ragazzino di 17 anni che ieri ha ammesso di essere il responsabile degli attacchi con l’acido che hanno terrorizzato Londra. Il 13 luglio, Derryck John ha attaccato più di 6 persone nel Read more

POST

LONDRA, POLITICI “BECCATI”: OGNI GIORNO 160 TENTATIVI DI CONNESSIONE A SITI OSE’ IN PARLAMENTO

I dirigenti del Parlamento mettono subito le mani avanti: la maggioranza di questi clic “è involontaria”. Sta di fatto che, secondo i dati ufficiali ottenuti dall’agenzia Press Association, la rete informatica del parlamento britannico ha registrato tra giugno e ottobre 2017 ben 24.473 tentativi di accesso a siti pornografici, ovvero circa 160 al giorno. Insomma, onorevoli “beccati”, anche se, Read more

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: