POST

La multa per chi utilizza cellulari alla guida raddoppia: si rischiano sanzioni fino a 2588 euro

di Charlotte Matteini Alcuni emendamenti alla legge di bilancio prevedono il raddoppio delle multe per chi utilizza smartphone e cellulari alla guida dell’automobile, fino a un massimo di 2588 euro. Prevista anche la sospensione della patente fino a 6 mesi per i recidivi. Immagine: Fanpage.it Non solo l’obbligo di installazione del dispositivo anti-abbandono volto a Read more

POST

L’ULTIMA NOVITÀ: MULTA RADDOPPIATA PER CHI TELEFONA MENTRE È ALLA GUIDA E OBBLIGO DI SEGGIOLINO ANTI-ABBANDONO

Giro di vite per chi viene sorpreso a parlare al cellulare mentre è alla guida. Tra gli emendamenti approvati dalla commissione Trasporti della Camera, che ora passeranno all’esame della commissione Bilancio, vi è in particolare quello che prevede multe raddoppiate per chi utilizza gli smartphone mentre è al volante e sospensione della patente fino a sei mesi, Read more

POST

BUFERA SUL TWEET CON LA MOGLIE ALLA PRIMA LEZIONE DI GUIDA IN ARABIA SAUDITA: “VERGOGNATEVI”…

Tre giorni dopo il decreto regale di Re Salman che concede da giugno la licenza di guida alle donne, Faisal BaDughaish non ci ha pensato due volte e ha portato sua moglie in un parcheggio di un centro commerciale per la prima lezione al volante, dal momento che è vietato farlo sulle strade principali del Paese. Poi, Read more

POST

MULTA PER CELLULARE ALLA GUIDA? QUANDO LA MULTA È NULLA

Multa per cellulare alla guida? Basta poco per renderla nulla. Una recente sentenza del giudice di pace di Firenze ha di fatto annullato un verbale di un vigile perché non ha contestato sul posto l’infrazione all’automobilista limitandosi ad annotare soltanto il numero di targa. La vicenda si è consumata a San Casciano Val di Pesa. Di Read more

POST

FVG, ARRIVA LA GUIDA ALLE BUONE MANIERE PER GLI ASILANTI: RISPETTO E NO VIOLENZA IN 5 LINGUE

In Friuli Venezia Giulia c’è assoluta parità tra uomini e donne, le quali non sono “oggetto” di conquista solo perché indossano le gonne corte. Inoltre, in regione le diatribe non si risolvono privatamente con violenza, usando calci e pugni. È un dovere/diritto rivolgersi con fiducia alle forze dell’ordine. Sono i tre messaggi che la Regione Read more

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: