POST

NAPOLI: “E’ BRAVO A FUGGIRE”… E IL GIUDICE DECIDE DI LASCIARE LIBERO IL DELINQUENTE

Dove non può la fantasia, arriva la realtà. Prendete il Tribunale di Napoli Nord: forse in attuazione del principio secondo cui la legge è uguale per tutti, ha stabilito che i furfanti, anche quando v’è fondato motivo di ritenere siano tali, vadano comunque trattati alla stregua dei cittadini che non delinquono, e pertanto meritano la Read more

POST

SCOPERTA UNA RETE DI PEDOFILI: SI SCAMBIAVANO VIDEO TRAMITE UN SERVIZIO DI INSTANT MESSAGING CRIPTATO #LURIDIPORCI

Si scambiavano materiale pedopornografico su internet, usando un servizio di instant messagging criptato, ritenuto riservato e sicuro. Le indagini della polizia postale di Bolzano, nel corso dell’operazione Black Shadow, hanno scoperto una rete di pedofili composta da almeno dieci persone attive in tutta Italia. Inizia tutto con l’arresto di un 38enne altoatesino, avvenuto il primo febbraio del Read more

POST

SENTENZA STORICA, IL GIUDICE DI PACE ANNULLA 25 MULTE AD UN UOMO: “ERA IN BUONA FEDE”

È transitato per 25 volte nella Ztl Merci, Zona a traffico limitato, in zona Paolo Sarpi, a Milano, senza essere in possesso del regolare permesso, collezionando multe per un totale di oltre 2mila euro. Presentato ricorso al Giudice di Pace, questi gli ha dato ragione e ha abbonato le sanzioni. I verbali sono stati annullati, scrive Il Giorno, perché Read more

POST

DENUNCIA ARCHIVIATA PER LA PRESIDENTA DELLA CAMERA MA IL GIUDICE LA RIMPROVERA: “LA SOVRANITÀ NON SI CEDE”

Un tweet della presidente della Camera, Laura Boldrini, le era costato la citazione in tribunale. La denuncia, archiviata dal Gip di Cassino, era partita dall’imprenditore Niki Dragonetti, esponente dei Popolari per l’Italia, che nonostante tutto ha portato a casa una vittoria a metà. Come ricorda il Tempo, sul social la Boldrini aveva scritto: “Nel processo Read more

POST

LUI LE OFFRE 1.500 EURO E LEI RIFIUTA, MA IL GIUDICE “ESTINGUE” IL REATO DI STALKING

L’ha pedinata, lei lo ha denunciato per stalking. Allora lui le ha offerto un risarcimento, lei l’ha rifiutato. Ma il giudice, proprio in ragione di quel risarcimento (1.500 euro) ritenuto “congruo rispetto all’entità dei fatti”, ha pronunciato una sentenza di “non doversi procedere” per estinzione del reato. La decisione è del tribunale di Torino che, nonostante il diniego della Read more

POST

Frase choc di un giudice di Trento: “Siamo in un posto civile, mica a Palermo!”

di Giacomo De Sena Parole rivolte all’indirizzo dell’avv. Giordano, che ha parlato di “fatto increscioso” e sta preparando un esposto “Avvocato, lei taccia, perché qua siamo in un posto civile, non siamo a Palermo“. È polemica sul presidente del tribunale del Riesame di Trento, Carlo Ancona, che ha pronunciato questa frase nel corso di un’udienza. Il fatto L’avvocato che ha Read more

POST

“UN ‘ERRORE’ SCUSABILE”; IL TABACCAIO UCCIDE IL RAPINATORE, IL GIUDICE LO GRAZIA MA SOLO IN APPELLO

Franco Birolo è stato assolto in secondo grado dall’accusa di omicidio colposo perché “l’errore di valutazione e quello di esecuzione” sono stati ritenuti “scusabili”. Così la Corte d’Appello di Venezia ha motivato la sentenza con cui il 13 marzo scorso è stato ribaltato il verdetto di primo grado che, il 28 gennaio 2016, aveva condannato Read more

POST

UCCISE LA FIGLIA, ISLAMICO LIBERATO ED ESPULSO: PER IL GIUDICE “ODIA ANCORA LA NOSTRA SOCIETÀ” (QUINDI LO LIBERI?)

Padova Uccise la figlia a bastonate perché troppo occidentale e ora il padre padrone è stato espulso. In lui ci sarebbe ancora profondamente radicato l’islam. Era il 25 settembre del 2004 quando Mohammed Lhasni, marocchino, di religione musulmana, che viveva a Grantorto, nel padovano, aveva colpito con pugni, calci e bastonate la figlia Kaoutar di Read more

POST

ASILANTE ACCOLTELLA UN RAGAZZO E LO MANDA IN OSPEDALE: ERA GIÀ STATO LIBERATO ALTRE 2 VOLTE DAL GIUDICE

Che strano Paese l’Italia. Per finire in galera, infatti, non basta aggredire una ragazza in pizzeria e tornare dopo alcune ore armato di coltello a concludere l’opera. Serve proprio accoltellarne uno e mandarlo all’ospedale in codice rosso. Solo a quel punto il giudice si decide a emettere ordinanza di custodia cautelare. Altrimenti liberi tutti. Ieri Read more

POST

“VI UCCIDO TUTTI”: ASSASSINO E STUPRATORE ROMENO MINACCIA IL GIUDICE (INTEGRAZIONE?)

Imputato per l’omicidio di un giovane e la violenza sessuale sulla compagna, tenta di protestare la sua innocenza e avrebbe minacciato di morte magistrati e parti civili in una delle udienze a porte chiuse del processo. E il pm chiede per lui la detenzione a vita. Arriva, infatti, la richiesta del pubblico ministero per il Read more

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: