POST

Profughi esigono hotel migliore, Prefetto li accontenta

Il 20 Dicembre scorso erano scesi in piazza per protestare, definendo ‘lager’ la struttura che li ospitava. Saccheggiandola e schiantando in strada la mobilia: “In Italia non si vive bene”, profughi gettano mobili in strada Stiamo parlando dei giovani maschi africani in fuga dalla guerra in Siria ospiti di un hotel a Villa Literno, in Read more

POST

Chiuso un altro centro profughi: era gestito dalla ‘ndrangheta

È stato chiuso ieri il centro di accoglienza straordinario ‘Terranostra’ di Dugenta e si sono concluse non da molto le operazioni di trasferimento e ricollocazione degli ospiti della struttura in altri centri. A coordinare l’operazione è stato il questore, eseguita da Polizia di Stato e Carabinieri, mentre a decidere la chiusura del CAS è stata Read more

POST

Un’altra bimba muore di meningite, l’integrazione funziona

E’ morta la bimba di 12 mesi, proveniente da Ischia, colpita da Meningite. La piccola è morta la scorsa notte all’ospedale Santobono a causa di una meningite fulminante. Ancora Meningite, bimbo grave a Napoli: 8 casi in pochi giorni Era arrivata nel capoluogo partenopeo nella prima mattinata di ieri, in eliambulanza, all’ospedale Santobono dove è Read more

POST

Disoccupato si spara in testa: al suo posto assunti profughi

Ad allertare i soccorsi la figlia 16enne che, da alcune ore, non aveva notizie del padre. E quando i vigili del fuoco hanno aperto la porta dell’appartamento che condivideva con il genitore separato, al terzo piano del civico 12 di via Freda nella zona orientale di Salerno, hanno trovato l’uomo privo di vita. Il 49enne Read more

POST

Salerno: decapitata Madonnina, scritte anti cristiane – FOTO

Era a terra, decapitata, intorno scritte blasfeme. Sconcerto a Pastena, Salerno, per la decapitazione della statua della Madonna che era collocata nell’androne di un palazzo. Simbolico l’indirizzo: civico 171 di via Madonna di Fatima, nella zona orientale della città. La madonnina in ceramica che era situata in una nicchia, all’interno dell’androne di un palazzo è Read more

POST

Caserta: migranti bloccano arteria stradale per “accoglienza indegna”

Violenza nel Casertano, sulla tratta strada Trentola – Ischitella. Decine di extracomunitari, da circa le dieci di questa mattina, stanno bloccando l’arteria stradale che unisce l’agro aversano con il territorio giuglianese. I sedicenti profughi protestano con le condizioni di accoglienza definite come indegne. Sul posto le forze dell’ordine sono giunte per monitorare la situazione, anche Read more

POST

Sindaco PD impone 213 ‘profughi’ ai cittadini: “Non ammetto discussioni”

“Sogno i miei figli in una scuola multietnica”, è il delirio del sindaco di Castellammare, Antonio Pannullo che, scrive il giornale locale, “non ammette discussioni in merito all’accoglienza dei 213 migranti che nel 2018 potrebbero approdare a Castellammare di Stabia sulla scorta dell’adesione del Comune allo Sprar”, il sistema di colonizzazione voluto dal PD. “Abbiamo Read more

POST

“In Italia non si vive bene”, profughi gettano mobili in strada

Pomeriggio di violenza davanti al centro profughi di Villa Literno, dove una trentina di ospiti ha occupato con mobili e arredi la strada. La protesta è scoppiata per le condizioni definite ‘insoddisfacenti’ del centro. La struttura è gestita dalla cooperativa «Quadrelle 2001» di Quindici, in provincia di Avellino. Sul posto è giunta una pattuglia dei Read more

POST

Migrante gli sfonda il cranio, condannato a soli 14 anni grazie a sconto pena

E’ arrivata la condanna, se così possiamo definirla: 14 anni di carcere per avere ammazzato sfracassando la testa ad un italiano con una zappa. Questa la ‘pena’ per Florin Nutu, il rumeno 39enne che il 29 novembre del 2016 ha ucciso Vincenzo Caruso, sessantasettenne, di Roccagloriosa, Caserta. Il delitto si era consumato davanti all’abitazione dell’anziano. Read more

POST

Violentarono 31enne: sconto di pena per nordafricani grazie a rito abbreviato

Violentarono una 31enne a Salerno, ieri la condanna a soli quattro anni di reclusione per i due stupratori nordafricani. I magistrati hanno riconosciuto la colpevolezza di Radouane Makkak e di Hassan Raziqi e, a fronte della richiesta della pubblica accusa (rispettivamente a dieci e otto anni di reclusione), ne hanno disposto la condanna a quattro Read more

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: