POST

Germania, ricorso alla Corte Ue contro il Quantitative easing di Draghi

ECONOMIA, NEWS mercoledì, 16, agosto, 2017 La Corte Costituzionale tedesca di Karlsruhe ha deciso di chiedere alla Corte di giustizia europea di pronunciarsi sulla legittimità del programma di quantitative easing, lanciato nel 2015 dalla Bce (Banca centrale europea) per sostenere l’inflazione nella zona Euro. I giudici di Karlsruhe ritengono che vi ‘siano importanti ragioni’ per Read more

POST

Bomba tedesca sull’Euro: Quantitative Easing finisce sotto processo

La Corte costituzionale di Karlsruhe, chiamata in causa da un gruppo di studiosi ed economisti tedeschi, ha deciso di chiedere alla Corte di giustizia europea di pronunciarsi sulla legittimità del programma di quantitative easing lanciato nel 2015 dalla Bce per combattere la deflazione nella zona euro. I giudici tedeschi ritengono che vi “siano importanti ragioni” Read more

POST

Bce: sanzioni a Paesi come l’Italia che non attuano raccomandazioni UE

EUROPA UE, NEWS venerdì, 4, agosto, 2017 ROMA – E’ opportuno far scattare le sanzioni se i governi con squilibri eccessivi non attuano le raccomandazioni della Commissione Ue. Lo scrive la Bce in un’anticipazione del Bollettino economico che verrà diffuso giovedì, sottolineando che per la Commissione “rimane sempre alto il numero di paesi con squilibri Read more

POST

I tedeschi vogliono mettere le mani pure sulla Bce

EUROPA UE, NEWS sabato, 20, maggio, 2017 Jens Weidmann, il presidente della Bundesbank indicato ieri da un quotidiano per la successione a Mario Draghi alla presidenza della Bce, non si tira indietro e rivendica il diritto della Germania a candidare un tedesco. “Cosa intende, che questa sarebbe l’unica nomina europea di alto livello che esclude Read more

POST

ECCO CHI STRA-GUADAGNA SUGLI ACQUISTI BCE DI TITOLI !

EUROPA UE, NEWS martedì, 31, gennaio, 2017 City Londra “Il mistero é stato rivelato – dichiara l’On. Borghezio – dalla recente risposta fornita da Mario Draghi ad un´interrogazione. Peraltro, se si considera il meccanismo di funzionamento del sistema di TARGET2, si deduce che esso costituisce un formidabile sostegno alla City”. “Il programma di acquisto di Read more

POST

LA BCE REGALA SOLDI, EURO A 1,04 SUL DOLLARO: NON SUCCEDEVA DAL 2003 (Ma stai sereno…)

Avete presente l’espressione ”lanciare il denaro dall’elicottero” usata per definire un abnorme finanziamento fatto arrivare a pioggia su tutto un sistema finanziario? Ebbene, è quanto sta facendo la Bce. Sono aumentati i volumi ma è diminuito leggermente il numero di banche partecipanti al nuovo rifinanziamento di lungo termine ultra agevolato e mirato concesso dalla Bce Read more

POST

MPS, LA BCE RESPINGE LA PROROGA AL PIANO DI SALVATAGGIO, IL TITOLO PERDE IL 4,5% IN BORSA E VIENE SOSPESO…

La Bce, secondo fonti finanziarie citate dall’agenzia Ansa, ha respinto la richiesta di Mps di concedere più tempo per l’aumento di capitale. L’istituto senese aveva domandato 20 giorni in più visto il mutato contesto per l’esito del referendum. Dopo la decisione della Bce, Mps ha perso l’1,5% per arrivare al 4,5%: il titolo è stato Read more

POST

L’ANNUNCIO DELLA BCE: BLOCCO DEI TASSI AL MINIMO STORICO E PROROGA DEL QE FINO A FINE 2017

Resta fermo al minimo storico il costo del denaro. La Bce ha lasciato invariati i tassi d’interesse: il tasso principale rimane fermo al minimo storico dello 0%, quello sui depositi bancari a -0,40% e quello di rifinanziamento marginale a 0,25%. Intanto, la banca centrale proroga il suo programma di acquisti, il quantitative easing, almeno fino Read more

POST

ORDINE DELLA BCE ALLE BANCHE: “PERSEGUITATE COSÌ I CLIENTI”

Dopo aver passato le banche italiane ai raggi X degli stress test e aver imposto maxi-aumenti di capitale (13 miliardi l’ammontare soltanto dal 2015 fino all’operazione Mps ora in corso) per coprire i buchi di bilancio, ora la Vigilanza europea le invita a inseguire famiglie e imprese debitrici con telefonate a raffica (anche a cadenza Read more

POST

L’EUROZONA È DAVVERO A RISCHIO ADESSO: LA BCE TEME L’INCERTEZZA POLITICA

Ora l’area Euro è davvero a rischio. Colpa di quattro fattori “sistemici” che incombono nei prossimi due anni, in primis “l’incertezza politica”. E’ questo il grido d’allarme per la stabilità finanziaria contenuto nel rapporto semestrale presentato dal vicepresidente della Bce Vitor Constancio. INCERTEZZA POLITICA – Il primo fattore di rischio è rappresentato dalla possibilità di Read more

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: