POST

TOH, LA #KYENGE STA CON #BALOTELLI CONTRO #IWOBI: “LA LEGA NON SMETTE DI ESSERE XENOFOBA” (Ma datevi pace!)

Nella querelle fra Mario Balotelli e il neo-senatore leghista Toni Iwobi non poteva certo mancare il suo parere: quello di Cécile Kyenge, primo ministro di colore della storia della Repubblica, e da sempre in prima linea nella lotta al razzismo. In un’intervista al sito Today, l’ex ministro per l’Integrazione del governo di Enrico Letta chiarisce la propria posizione Read more

POST

IL NEO SENATORE #IWOBI ZITTISCE #BALOTELLI, DA MANUALE: “È SOLTANTO UN RAGAZZO VIZIATO”

Che strano Paese l’Italia. Il primo parlamentare nero della sua storia, eletto con il partito definito “razzista” dai suoi avversari, il primo giorno da senatore deve rispondere alle critiche, indovinate di chi? Di un altro signore di colore, campione di calcio ed ex attaccante della Nazionale. Oggi Mario Balotelli è entratro in takle sul post elezioni Read more

POST

#BALOTELLI TUONA CONTRO IL SENATORE DELLA LEGA: “VERGOGNATI, SEI NERO” (E quindi?)

Arriva da Mario Balotelli una pesante critica rivolta al primo senatore di colore della storia della Repubblica italiana. Il calciatore del Nizza ha approfittato del suo profilo Instagram per commentare l’elezione di Toni Chike Iwobi e l’ha fatto con parole tutt’altro che lusinghiere. “Forse sono cieco io o forse non gliel’hanno detto ancora che è Read more

POST

Balotelli al centro profughi di Brescia, cena coi suoi conterranei richiedenti asilo

Mario Barwuah Balotelli ieri sera ha visitato il centro Pampuri, che ospita i suoi conterranei richiedenti asilo arrivati a Brescia. L’attaccante del Nizza ha scelto di recarsi al centro profughi dove si è fermato a cena con gli ospiti. Il calciatore africano ha poi pubblicato una foto-ricordo su Instagram accompagnata da un pensiero: “Lo sport Read more

POST

GUERLIN BUTUNGU, CHI È IL CAPO DELLE BELVE DI RIMINI: LE POSE DA SPACCONE E IL MESSAGGIO CONTRO IL RAZZISMO CON MARIO BALOTELLI

Si chiama Guerlin Butungu, ha vent’anni ed è considerato il capobranco dei quattro autori degli stupri di Rimini. Era l’unico in fuga dopo la consegna delle altre tre belve, ma è stato catturato mentre cercava di fuggire in treno. Pare che il ragazzo risiedesse in un centro d’accoglienza. In questa gallery, ecco alcune immagini tratte dal suo Read more

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: