POST

UCCISE A SASSATE LA FIDANZATA INCINTA CHE SI ERA RIFIUTATA DI ABORTIRE: CONDANNATO A 30 ANNI

Gli aveva confessato di essere rimasta incinta e lui aveva presa a sassate, per poi strangolarla e abbandonare il suo corpo in un fosso. È arrivata la sentenza per Mihail Savciuc, 19enne del Comune trevigiano di Godega Sant’Urbano, che dopo il rito abbreviato dovrà scontare 30 anni di reclusione per l’omicidio della 20enne Irina Bakal, di origini Read more

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: