POST

“ZITTA NON SEI LA MIA DONNA, SEI LA MIA ASINA: DEVI SUBIRE”.. E INDOVINA UN PÒ? ASSOLTO PERCHÉ IN MAROCCO È NORMALE (Ma va là!)

FELTRE – «Stai zitta, tu non sei la mia donna, sei la mia asina: devi subire in silenzio». Così il marito si rivolgeva alla moglie, insultandola e maltrattandola, secondo l’accusa della Procura. «In Marocco quando si litiga si usa così – hanno spiegato i testi nel processo -: la donna viene chiamata asina e lei a sua volta si rivolge all’uomo dandogli dell’omosessuale». A.L., Read more

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: