POST

#REFERENDUM, IL VIMINALE: (STATE SERENI) “MATITE REGOLARI”

“Le matite cosiddette copiative sono indelebili – così come, tra l’altro, aveva dichiarato il produttore, Faber-Castell, al Corriere della Sera, nel 2013 – e sono destinate esclusivamente al voto sulla scheda elettorale”. Lo sottolinea in una nota il ministero dell’Interno, che ricorda come il Viminale “in media ogni anno, ne acquista un certo numero, basandosi Read more

POST

ASILANTE SENZA BIGLIETTO: “SCENDI”… MA A PROCESSO FINISCE IL CAPOTRENO

FELTRE – Capotreno chiede il biglietto a un passeggero nigeriano che però si rifiuta di esibirglielo. Segue uno scambio di battute e poi, col reiterarsi del rifiuto, il dipendente di Trenitalia – un 50enne trevigiano – lo fa scendere alla stazione successiva. Lo ha accompagnato ai binari dove gli ha appoggiato i bagagli. Proprio per questo oggi Read more

POST

IRREGOLARE IL VOTO DI MATTEO #RENZI! AL SEGGIO SENZA CARTA D’IDENTITÀ (Io so io, e voi…)

“Io so io, e voi…”. Per la performance di Matteo Renzi al seggio elettorale di Pontassieve viene in mente il mitologico Marchese del Grillo. Già, perché alle urne, per votare al referendum costituzionale su cui si gioca il futuro politico, il premier si è presentato senza documenti. Arrivato all’istituto De Amicis di Pontassieve insieme alla Read more

POST

#REFERENDUM, PIERO PELÙ: “LA MATITA CHE HO USATO PER VOTARE ERA CANCELLABILE”

Già dalla mattina le forze dell’ordine sono dovute intervenire per verificare le denunce dei cittadini sull’uso di matite cancellabili nei seggi elettorali. Ad Agrigento sono stati proprio gli elettori a segnalare le irregolarità. Una signora si è accorta che stava usando una matita cancellabile e ha quindi avvisato il presidente del seggio. Anche il cantante Piero Pelù Read more

POST

SALVINI FINISCE IN TRIBUNALE, IL MOTIVO? DA NON CREDERCI: SUI MANIFESTI DEL CARROCCIO APPARIVA LA PAROLA “CLANDESTINI” (Ma va là!)

MILANO – Matteo Salvini risponderà in tribunale di alcuni manifesti sui trentadue profughi che sarebbero dovuti arrivare nell’ex sede distaccata del liceo scientifico di Saronno. Lo hanno stabilito i giudici, rinviando il procedimento all’8 febbraio 2017 e chiamando in causa direttamente la Lega Nord federale di via Bellerio a Milano, il cui segretario è appunto Salvini, dopo avere Read more

POST

CRUCIANI: “BELLO FIGO? IL FINTO PROFUGO CHE STA CON IL SÌ E IMBARAZZA RENZI”

Ha vinto lui. Inutile girarci intorno, più il rapper negretto prende per il culo gli italiani, più la gente incavolata schiuma di rabbia, più con le ospitate tv approda al grande pubblico, più lui passa all’ incasso ogni mese. Per ora fanno 30mila, fra qualche tempo grazie alle sue canzoni a favore dei clandestini, potrà Read more

POST

#REFERENDUM, #SALVINI: “RENZI? LA GENTE LO PRENDE PER UN #CAZZARO”

“Il mio pronostico è che nonostante i voti inventati in giro per il mondo, il voto degli italiani farà vincere il no. Io penso che in consolati e ambasciate ne siano successe di cotte e di crude. Ma conto sul fatto che il voto degli italiani – quello dei romani come dei milanesi, dei napoletani Read more

POST

“MA VATTENE A CASA E TAGLIATI I CAPELLI”: LA MUSSOLINI SBROCCA IN DIRETTA CON IL RAPPER GHANESE

“Vattene via, voi state qui e invece i nostri italiani sono in mezzo alla strada”. Così ha affermato Alessandra Mussolini davanti alle telecamere di Rete 4, scagliandosi contro il rapper ‘Bello figo’. [embedded content] L’europarlamentare, ospite della trasmissione ‘Dalla vostra parte’ condotta da Maurizio Belpietro, ha avuto un’accesa discussione con il ventiquattrenne ghanese diventato popolare Read more

POST

“PER SALVARE L’AZIENDA HO EVASO LE TASSE”: ASSOLTO UN IMPRENDITORE, CON TANTO DI APPLAUSI IN AULA

Tradito dalle banche, pressato dai fornitori e in testa uno solo pensiero: «Tenere duro per l’azienda e le famiglie degli operai». Diego Lorenzon, 53 anni, a capo della Poolmeccanica di San Michele al Tagliamento, ce l’ha fatta a traghettare la società in acque tranquille, ma ha dovuto far fronte ad alcuni strascichi giudiziari che lo Read more

POST

BANCHE: LA VIGILANZA EUROPEA INVITA GLI ISTITUTI ITALIANI A “INSEGUIRE” TELEFONICAMENTE LE FAMIGLIE DEBITRICI; SIAMO TUTTI A RISCHIO STALKING

La vigilanza europea invita le banche italiane a “inseguire” telefonicamente le famiglie e le imprese debitrici per velocizzare il recupero delle rate scadute di mutui e prestiti. Riporta il Giornale che questo inquietante suggerimento è contenuto a pagina 21 della bozza di un corposo documento Draft guidance to banks on non-performing loans che la Banca centrale europea Read more

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: