POST

Burkina Faso – Film Completo Documentario – Dans la vie

Dans la vie è un breve documentario che ci mostra la vita di una donna che abita a Darsalami, un villaggio non distante dalla seconda città più grande del Burkina Faso. Atterreremo nella capitale, a Ouagadougou, e poi attraverseremo tutto il paese per trecento chilometri, fino a Bobo Dioulasso. Da qui ci sposteremo nel villaggo Read more

POST

LO ZIO CANNIBALE AMMAZZA IL NIPOTINO DA 4 ANNI E NE MANGIA IL CORPO: LA SCOPERTA HORROR FATTA DALLA NONNA DEL PICCOLO

Rapito e massacrato dallo zio che ne mangia alcune parti del corpo. Il piccolo Kamvelihle Ngala di 4 anni era scomparso mentre stava giocando con gli amici nel suo villaggio a KwaNtsila, in Sud Africa. Come scrive LEGGO: Immediatamente la nonna, la 70enne Nontuthuezelo Gwanya ha iniziato a cercarlo, continuando per tutta la notte, fino a quando la Read more

POST

Sierra Leone, dove cattolici e musulmani sono uniti nella diversità

«Qui in Sierra Leone noi cattolici viviamo in armonia con i musulmani, ci vogliamo bene e ci rispettiamo: siamo uniti nella diversità. Insieme ne abbiamo passate tante, persino una spaventosa epidemia di ebola due anni fa». Sono parole di padre Vittorio Bongiovanni, missionario saveriano, 76 anni di cui 40 trascorsi nel paese africano dove si Read more

POST

Nuova guerra nel cuore dell’Africa

– di Mauro Indelicato per Gli Occhi Della Guerra – Una nuova crisi africana, una nuova miccia in una regione che sembra destinata a non trovare mai pace; questa volta il pericolo per la stabilità dell’Africa arriva dallo Stato più piccolo dell’intero continente: grande poco più dell’Umbria e conosciuto in occidente per le sue spiagge Read more

POST

Clandestini e Sindacati marciano su Firenze: “Esigiamo lavoro per i migranti”

FIRENZE – I fancazzisti, che in Toscana beneficiano di un’assistenza extralusso e capillare, con alloggi nuovi, ville , mantenuti a gozzovigliare e, come scrive il giornale locale, con l’argent de poche per gestire i telefonini di ultima generazione, hanno trovato anche modo di protestare, organizzati da alcune associazioni. Un corteo di 600 migranti ha sfilato Read more

POST

INFIBULAZIONE: RECORD BAMBINE MUTILATE IN INGHILTERRA

Nel Regno Unito ben 8.000 ragazzine vengono mutilate nei genitali ogni anno. Le famiglie coinvolte dovrebbero essere perseguite penalmente, ma sono coperte dalle comunità islamiche che ormai controllano interi quartieri e, in alcuni casi, città. Quasi sempre, gli affari interni alle comunità islamiche sono ‘risolti’ da una rete di tribunali della Sharia, ormai un vero Read more

POST

POLESINA: UN MURO PER PROTEGGERE RESIDENTI DAI FURTI DEI PROFUGHI

Il “muro” di Cavanella, che dividerà gli edifici occupati dai fancazzisti detti profughi da quelli abitati dai residenti, è finito in televisione. La trasmissione satirica Agorà di Rai3 ha effettuato questa mattina tre collegamenti in diretta con Cavanella. Il sindaco di Adria, Bobo Barbujani, ha spiegato i motivi per i quali il comune ha deciso Read more

POST

IDEA PD: “PROFUGHI COME SORVEGLIANTI DI BAMBINI”

AL PROSSIMO GIRO PROPORRANNO UN CLONE DI PACCIANI COME MAESTRO D’ASILORichiedenti asilo a guardia dei parchi dove giocano i bambini. Non è uno scherzo, è l’idea del signor Parodi, a tempo perso sindaco di Bergamo, e al secolo Giorgio Gori, lo ha detto sabato mattina, in Vaticano, dove gozzovigliava pasteggiando a champagne con gli altri Read more

POST

GENTILONI SCARICA 809 AFRICANI IN SARDEGNA: TUTTI MASCHI, CENTINAIA INFETTI

Approderà intorno alle 15 al molo Ichnusa del porto di Cagliari la nave Diciotti dalla Guardia costiera con a bordo 854 clandestini, raccattati nei giorni scorsi lungo le coste libiche, e sei cadaveri, secondo quanto si è appreso tutti di donne. Perché i clandestini tendono a mollare la zavorra, quando si sentono a rischio. E’ Read more

POST

PROFUGO PREGA DI ESSERE RIMPATRIATO, GOVERNO ITALIANO RIFIUTA PER 1 MESE

Come altre migliaia di suoi connazionali, attratti dal traghettamento gratuito del governo italiano, nell’ottobre scorso si era imbarcato in Libia dopo il viaggio dal suo paese, il Gambia. Come il 94 per cento di chi sbarca non fuggiva dalla guerra – non ce ne sono in Africa – ma cercava qualcosa di meglio. Ma in Read more

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: