POST

MOLDAVA 31 ENNE COMPLICE DI OMICIDIO: PRETENDE COMUNQUE L’ACCOGLIENZA E FA CAUSA ALLO STATO (Ma va la)

Non le importa di essere stata accusata e condannata per aver partecipato all’omicido della sorella e della nipote di 13 anni a Gradoli. La donna si è fatta 7 anni di carcere per occultamento dei cadaveri dei due parenti barbaramente trucidati dal suo amante, che allora era il compagno della sorella uccisa. Un omicidio passionale, Read more

POST

LA FINTA SOLIDARIETÀ DELLE COOP: COSÌ LUCRANO SULL’ACCOGLIENZA (E INDOVINA CHI PAGA?)

La gestione dell’accoglienza migranti, arrivati in massa, presenta lati oscuri e solleva molti dubbi. Se nel primo periodo del 2011, quando gli immigrati, dopo la rivoluzione dei gelsomini e la primavera araba iniziarono ad arrivare sulle coste italiane, le prime strutture erano gestite da associazioni di volontariato, quale ad esempio la Croce rossa, che è Read more

POST

EMERGENZA ASILANTI: CIE DA CENTO POSTI, ARRIVA UN GARANTE E DEGLI ACCORDI CON I PAESI DʼORIGINE

Centri di identificazione ed espulsione in ogni Regione per i migranti, ma piccoli e con un garante dei diritti in ogni struttura. Il ministero dell’Interno rivede il piano per la gestione degli immigrati e rilancia: il progetto sarà condiviso con tutti gli enti locali in occasione della prossima conferenza Stato-Regioni, in calendario il 18 gennaio. Read more

POST

L’EX MINISTRO FRANCESE MACRON LODA LA CANCELLIERA TEDESCA: “PORTE APERTE AI RIFUGIATI? LA MERKEL SALVA LA DIGNITÀ EUROPEA” (Ma va la)

“Welcome refugees? Porte aperte ai migranti? La Merkel ha salvato la dignità dell’Europa”. Testi e musiche di Emmanuel Macron, già ministro all’Economia del governo Hollande che ora tenta la scalata in solitaria all’Eliseo dopo aver fondato “En Marche!”, una sorta di sua personale “Scelta Civica” alla francese. In un intervento pubblicato su Le Monde e Read more

POST

ED ORA BRUXELLES SI INVENTA UN NUOVO BUSINESS: UN CORPO DI SOLIDARIETÀ DA CENTOMILA UOMINI PER L’ACCOGLIENZA DEI MIGRANTI (Ma va là!)

È ufficiale. Lo spaventevole fenomeno dei migranti dall’Africa e dal Levante (spaventevole per dimensioni non meno che per numero di vittime ingoiate dal Mediterraneo) diventerà per il vecchio continente un affare economico in piena regola capace di coinvolgere fino a 100 mila giovani nel volgere dei prossimi quattro anni. Nasce, per volontà della Commissione Europea, Read more

POST

LA GERMANIA COLPITA DAI PROFUGHI: LE CELLULE NASCOSTE NEI CENTRI D’ACCOGLIENZA

Il siriano che non ottiene l’asilo politico e si fa saltare in aria ad un concerto, il pachistano minorenne che è protetto come rifugiato, ma prende a colpi di ascia i passeggeri di un treno, la ragazzina di origine marocchina che accoltella un poliziotto. Per non parlare dei finti profughi arrestati prima di compiere attentati Read more

POST

ASILANTI, ACCOGLIENZA OBBLIGATORIA ANCHE SE I COMUNI NON VOGLIONO (Eh già)

Un nuovo patto tra il territorio e la Prefettura per coinvolgere (e in caso scavalcare) anche i Comuni recalcitranti. E’ la nuova convenzione per l’accoglienza profughi nella provincia di Ferrara che arriva dopo i fatti di Gorino (le barricate del paese per non ospitare quelli in arrivo). Come scrive ANSA: E’ stata firmata questa mattina, Read more

POST

TRA ALCOL, SPORCIZIA E FURTI: VIAGGIO NEL “CENTRO ACCOGLIENZA” IN CUI LE REGOLE NON ESISTONO…

Caserma Cavarzerani, Udine. Un tempo i militari, oggi i profughi, fra i 700 e gli 800. Pakistani e afghani. Abbiamo vissuto dall’altra parte, per circa un mese, la gestione dell’emergenza ordinaria, fra le fila della Croce Rossa. Scope, secchi e spazzoloni: ad un operatore Cri, appena entrato, vengono dati in mano questi strumenti di lavoro. Read more

POST

“HANNO DEVASTATO TUTTO, AIUTATECI”: QUANDO L’ACCOGLIENZA DIVENTA UN BOOMERANG…

Una storia che fa riflettere: quando l’accoglienza si trasforma in un boomerang. A raccontarla è Adriana Armanda Spediacci che ha affittato 3 appartamenti e un ufficio ad un’associazione nei pressi di Filanda di Aulla, in provincia di Massa, che si dedica all’accoglienza degli immigrati. La figlia, Ketty Giampietri racconta l’accaduto a “la Nazione“: “Nel novembre Read more

POST

ACCOGLIENZA, IL PRETE LA METTE AI VOTI: TRA I PARROCCHIANI VINCE IL NO

Hanno votato per alzata di mano ed è prevalso il fronte del no, quasi unanime, all’arrivo di una famiglia di migranti da ospitare nei locali attigui al vicino Santuario. Un parere che divide una comunità. Teatro della vicenda, insolito per una votazione, è stato quello di una chiesa. Succede a Montegrazie, frazione di Imperia: poco Read more

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: