POST

Caso Riina, “No” del Tribunale di Bologna alla scarcerazione

di Antonio Di Mola Magistrati riuniscono due procedimenti. Il capo dei capi di Cosa Nostra: “Non mi pento”. Totò Riina, il capo dei capi di Cosa Nostra rimane detenuto in regime di 41bis nel reparto riservato ai carcerati dell’ospedale di Parma. Il Tribunale di sorveglianza di Bologna ha infatti rigettato la richiesta di differimento della pena o, in subordine, di detenzione Read more

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: