BLITZ ANTITERRORISMO DEL ROS, TRE FERMI A SAVONA, MILANO E TORINO: GIURARONO FEDELTÀ AD AL BAGHDADI

Seguici su Facebook!

Seguici su Twitter!

Blitz dei carabinieri del Ros a conclusione dell’operazione “Taqiyya”, coordinata dalla procura distrettuale antiterrorismo di Genova nelle province di Savona, Milano e Torino.

Sono tre i decreti di fermo eseguiti dai militari dell’Arma a Finale Ligure, Cassano d’Adda nell’hinterland milanese e nel capoluogo piemontese nei confronti di due indagati egiziani e un algerino accusati di associazione con finalità di terrorismo internazionale.

Le indagini, coordinate dal sostituto procuratore Federico Manotti, hanno consentito di individuare un gruppo egiziano, organizzato su base familiare e stanziato tra la Liguria e la Lombardia, che sul web si occupava di diffondere materiale jihadista e di instradare combattenti dal nord Africa in territorio siriano e in Libia per conto del sedicente Stato Islamico (Daesh).

Mimetizzavano il loro radicalismo – Allo scopo di dissimulare l’adesione all’ideologia più radicale, spiegano gli investigatori, alcuni indagati avevano volutamente conformato il proprio atteggiamento e le proprie abitudini in modo tale da evitare riferimenti anche solo velatamente religiosi o di appartenenza al mondo islamico.

L’opera di propaganda e proselitismo era svolta esclusivamente online: non solo attraverso canali riservati ma, spesso, ricorrendo a pseudonimi e account fittizi, anche sui più diffusi social media. Il materiale divulgato a numerosi contatti era in parte direttamente ottenuto da al-HayatMedia Center, organo di propaganda ufficiale dell’autoproclamatosi Stato Islamico.

I servizi di monitoraggio hanno permesso di documentare la condivisione in via riservata del giuramento di fedeltà (bay’ah) al califfo Abo Bakr Al Baghdadi, poi pubblicato in chiaro su Facebook da un altro indagato. La formula ricalca il testo già emerso in altri contesti investigativi recentemente oggetto di sentenza di condanna da parte della corte di Assise di Milano.

La rilevanza di tale acquisizione, continuano gli investigatori, è dimostrata dalle più attuali informazioni raccolte in ambito internazionale che hanno evidenziato l’esigenza del cosiddetto Stato Islamico di ottenere una pubblica manifestazione di fedeltà da parte di chiunque, anche non inserito ufficialmente nell’organizzazione, abbia intenzione di compiere un’azione in suo nome e per suo conto.

Fonte: Qui

RESTA COLLEGATO CON NOI, SCARICA LA NOSTRA APP. (ANDROIDiOS)

OPPRE INSTALLA LA NOSTRA ESTENSIONE PER CHROME QUI

CI TROVI ANCHE SU TEELGRAM CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI

Commenti a caldo

comments

Condivi la notizia con i nostri bottoni social

Seguici su Facebook!

Ti serve un nuovo hosting hosting? Solo 1.99€/mese e dominio gratuito!

La tua prima VPS? 1 CPU, 1G Ram e 100Hb disk SSD con traffico illimitato? Solo 8.33€/mese!

Seguici su Twitter!