AMBURGO, A TERRORISTA NEGATO ASILO: MA VIVEVA ANCORA IN HOTEL

Seguici su Facebook!

Seguici su Twitter!

“Un feroce” attacco motivato “dall’odio”. Il sindaco di Amburgo, Olaf Scholz, ha aggiunto che il terrorista islamnico era un richiedente asilo la cui domanda era stata bloccata perché priva di documenti chiari per accertare la sua identità. Ma continuava a vivere come richiedente asilo in un hotel per profughi.

La polizia tedesca ha perquisito il centro dove alloggiava nel quartiere di Langenhorn.

Le nazioni europee sono governate da criminali politici incapaci di intendere e volere.
VERIFICA LA NOTIZIA
____________________________________________________________

L’integrazione e l’accoglienza hanno fatto ieri un’altra vittima. Un tedesco di 50 anni è l’uomo ucciso a colpi di machete ad Amburgo. Con lui anche sei feriti. Il killer era armato di un lungo coltello da cucina, ha 26 anni ed è nato negli Emirati Arabi Uniti. Era entrato in Germania come profugo e si era stabilito ad Amburgo dove viveva grazie a ‘lavoretti’. Era già noto ai servizi di sicurezza come islamista. Un nuovo successo di Merkel.

I passanti hanno tentato di bloccarlo a colpi di sediate, mentre il profugo si faceva strada armato del coltellaccio:

VERIFICA LA NOTIZIA

Commenti a caldo

comments

Condivi la notizia con i nostri bottoni social

Seguici su Facebook!

Ti serve un nuovo hosting hosting? Solo 1.99€/mese e dominio gratuito!

La tua prima VPS? 1 CPU, 1G Ram e 100Hb disk SSD con traffico illimitato? Solo 8.33€/mese!

Seguici su Twitter!