Albanese impedisce ai fedeli di entrare in chiesa: “Convertitevi all’Islam”

Seguici su Facebook!

Seguici su Twitter!

Un 22enne albanese, residente a Riccione, che aveva più volte inneggiato a Isis e che, in carcere, aveva manifestato deliri islamici, è stato espulso dall’Italia per motivi di sicurezza dello Stato.

Con questo rimpatrio, il 77/o del 2017, sono 209 le espulsioni di soggetti gravitanti in ambienti dell’estremismo islamico eseguite con accompagnamento nel proprio Paese, dal gennaio 2015 ad oggi.

Nello stesso periodo ne sono sbarcati mezzo milione. E ne sbarcano altre migliaia con gli sbarchi fantasma. Che poi si disperdono sul territorio, magari armati.

Nel carcere di Rimini, da subito ha manifestato disturbi della personalità caratterizzati da deliri religiosi, rifiutando il fotosegnalamento perchè “e’ vietato da Allah dare le proprie impronte agli infedeli”.
VERIFICA LA NOTIZIA
Agli arresti domiciliari dall’ottobre 2016 presso l’abitazione dei genitori a Riccione, nel febbraio 2017 è stato rintracciato dai militari dell’Arma a Deruta (Perugia) nei pressi del Santuario “Madonna dei Bagni”, mentre invitava i passanti a non entrare in chiesa e a convertirsi all’islam, dicendo che si sarebbe recato a Roma per parlare con il Santo Padre. Durante la detenzione, viene spiegato, il giovane albanese ha continuato a manifestare una “ossessiva attrazione per la sfera religiosa”.

Da ulteriori verifiche investigative sono inoltre emersi contatti con un noto esponente di un luogo di culto, contiguo ad ambienti dell’estremismo islamico, che ha verosimilmente contribuito alla sua radicalizzazione. Moschee.

Ps. Con lo ius soli sarebbe stato impossibile espellere il 90% di questi estremisti. Come accade in Francia e Gb. Con gli esiti noti.

Commenti a caldo

comments

Condivi la notizia con i nostri bottoni social

Seguici su Facebook!

Ti serve un nuovo hosting hosting? Solo 1.99€/mese e dominio gratuito!

La tua prima VPS? 1 CPU, 1G Ram e 100Hb disk SSD con traffico illimitato? Solo 8.33€/mese!

Seguici su Twitter!